sabato 18 novembre 2017

Navigare il Mediterraneo - sulle rotte di Omero alla ricerca di Europa tra mito e storia (parte II)

Europa e Zeus

di Gianni Fabbri

storia antica e storia recente
"Spentosi il giorno e venute le tenebre
giacemmo nel sonno sul lido del mare.
E come Aurora rifulse che rosee ha le dita,
ordinai ai miei compagni di salir su le navi
e di sciogliere le funi. E salirono subito
e in fila seduti sui banchi
batterono i grigi flutti coi remi.
E di la' navigammo lontano, lieti..."

(Omero, "Odissea", Libro Nono)

domenica 12 novembre 2017

Navigare il Mediterraneo - sulle rotte di Omero alla ricerca di Europa tra mito e storia (parte I)

Europa e Zeus
di Gianni Fabbri

storia antica e storia recente.

"Quando la vela chiama i venti, i marinai si affrettano sulla riva"
"Vela ventis dare"
Questa volta ci imbarchiamo tutti, insieme a Paolo Rumiz, sul
"Moya", un tredici metri più 'bompresso', uno scafo inglese di 107 anni con base a Marmaris in Turchia.
Barca leggendaria che ha avuto ospiti illustri e famosi come gli attori Anthony Quinn e Peter O'Tool.
"Ma scusa, l'Europa non è nata qui in Libano?...

mercoledì 11 ottobre 2017

Incontri del Mediterraneo - invito al cinema


Ad Ottobre Città di Riccione è #RiccioneCinemadAutore.
Il 16 e 17 ottobre in collaborazione con DIG awards e con gli Incontri del Mediterraneo al Cinema Giometti Riccione sarà prioiettato il film *L’ORDINE DELLE COSE* 
Presentato al Festival del Cinema di Venezia, il film di Andrea Segre racconta la storia dell’incontro tra un funzionario del Ministero dell’Interno addetto ai migranti che entra in empatia con alcuni assistiti contravvenendo al distacco professionale richiesto.

Martedì 17 Ottobre alle 20.30 in collegamento Skype il regista Andrea Segre.


venerdì 6 ottobre 2017

La battaglia di Mosul - serata di approfondimento sulla liberazione di Mosul

Questa sera al palazzo del Turismo di Riccione, domani mattina h. 8.45 al Liceo A.Volta - F.Fellini di Riccione per incontrare gli studenti.



Loris De Filippi - a destra

Lucia Goracci - a sinistra


Lucia Goracci - a sinistra



venerdì 1 settembre 2017

I CURDI: una Nazione, un Popolo senza Stato

lifegate.it
di Gianni Fabbri

Il numero 7 della Rivista mensile di geopolitica "LIMES" e' quasi interamente dedicato al "Mito Curdo" "I Curdi: non una Nazione, ma molte fazioni usate e abbandonate dalle Potenze. Il Grande Kurdistan può attendere"

Poco o niente si sa del Popolo Curdo e del Kurdistan.
Quel poco che ci viene in memoria e' legato alle vicende degli anni Novanta del Secolo scorso, che interessarono il Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK), di matrice comunista, e del suo leader Ocalan.

sabato 5 agosto 2017

Luciano Canfora a Rimini

11 agosto 2017 - Museo della città di Rimini h.20.30 con preambolo musicale flauto traverso e chitarra acustica - presentazione del libro di Luciano Canfora - La schiavitù del Capitale, Editrice il Mulino -


Proprio come l'Idra, il mostro mitologico le cui teste, mozzate da Ercole, avevano il potere di rinascere raddoppiandosi, il capitalismo, un tempo solo occidentale oggi planetario, ricompare sulla scena del mondo riproponendo nuove e più sofisticate forme di schiavitù. Ma se è vero che dai grandi conflitti del '900 il capitalismo è uscito vincitore trionfando su ogni rivoluzione, è altrettanto vero che «l'uguaglianza è una necessità che si ripresenta continuamente, come la fame». Nella trama della storia qual è il posto di questo anelito, proprio delle religioni di salvezza e del comunismo moderno?

lunedì 31 luglio 2017

MEDITERRANEI II^ parte

Centro Studi Eurasia e Mediterraneo
mediterranei I^ parte

di Gianni Fabbri

"Il mare non bagna l'Italia. Il Mediterraneo misura ciò 
che l'Italia potrebbe essere, fu, ma non è." 

Questo il titolo, ma anche il senso, il taglio, dell'editoriale di Lucio Caracciolo.

"La geografia fisica parla al condizionale, disegna la centralità della Penisola nella fenditura acquatica che separa Eurasia e Africa, quel fuso stretto, fra Gibilterra, Dardanelli e Suez, che connette l'Oceano Atlantico all'Indiano (...)
Di questo bacino lo Stivale e' perno geografico. Potremmo leggere la storia d'Italia come svolgersi dei tentativi o delle rinunce, dei successi o dei fallimenti di elevare a geopolitica tale rendita geografica... L'accento sulla nostra collocazione nel cuore del Mediterraneo evoca un vantaggio comparativo che attende una strategia per essere sfruttato. O per evitare che si svolga in nemesi: 
la storia punisce chi non usa la sua geografia..."