domenica 9 febbraio 2014

Libri : "Come fossi solo"


Questo romanzo dell'aretino Marco Magini, finalista al premio Calvino 2013, è un intenso e toccante racconto del genocidio di Srebrenica.
All'epoca appena adolescente, l'autore narra di una tragedia immane attraverso gli occhi di un ragazzo poco più che ventenne, costretto a cambattere una guerra voluta dalla generazione che lo ha preceduto.

A Srebrenica l'unico modo per restare innocenti era morire. 
Dirk, casco blu olandese di stanza a Srebrenica, colpevole di non avere impedito la strage, deve confrontarsi con Drazen Erdemovic, vero protagonista della storia, volontario dell'esercito serbo, che fu l'unico a confessare di aver partecipato al massacro, l'unico condannato.