Chi siamo - Incontri del Mediterraneo

Incontri del Mediterraneo è innanzi tutto un gruppo di persone che credono fermamente nel dialogo come metodo di risoluzione dei conflitti e come metodo di confronto con le diversità culturali.

L'intercultura è il nostro strumento di lavoro precipuo e la convergenza delle Civiltà la nostra speranza e progetto. 

Per questo, tutti gli anni, da 13 anni, mettiamo in contatto, nelle nostre conferenze, mondi che normalmente non dialogano tra loro, con la convinzione che attraverso l'ascolto delle ragioni dell'altro, si sveli un terreno comune e fecondo, per innescare quel processo di ricerca della convivenza pacifica tra i popoli e del rispetto delle culture dell'uomo. 

Mission Incontri del Mediterraneo 

Il Mediterraneo è un tavolo naturale a cui i popoli possono sedersi con pari dignità. 
Il Mediterraneo è uno spazio di dialogo fecondo per l'incontro tra Civiltà. 
Il Mediterraneo ha un codice culturale* proprio è rappresenta un'alternativa per la costruzione della pace e la diffusione dei diritti umani nel mondo; 

- perché noi crediamo che sia possibile un'alternativa allo scontro di Civiltà; 
- perché noi intendiamo recuperare le tradizioni ed i valori mediterranei, come ad esempio il valore della famiglia, la tradizione orale, l'artigianato, i saperi delle persone, il prendersi tempo per far bene le cose, la cultura del limes;
- perché noi crediamo nel rispetto dell'ambiente e nella tutela e conservazione del pianeta ed il Mediterraneo conserva il segreto della "misura" , di quella "Alleanza" tra uomo e natura che permette il perdurare della Vita;
- perché noi sosteniamo una politica per l'unione euromediterranea che ha per obiettivo quello di lanciare tutti i paesi democratici nel continente europeo e nel bacino del Mediterraneo. Questa per noi è una strategia win-win;
- perché noi crediamo che l'Europa debba tornare a guardare nel Mediterraneo per ritrovare se stessa, le sue origini, la sua identità;
- perché noi crediamo che il Mediterraneo può essere il luogo adatto per la mediazione tra Occidente e mondo islamico;
- perché la lezione storica del Mediterraneo ci narra di una dialettica costante tra i popoli fatta di traduzioni, scambi, prestiti culturali; ci narra di una modalità comunitaria che non necessariamente deve bruciare le proprie radici quando incontra l'Altro, ma che invece sa rinnovarsi nel confronto-incontro con l'Altro;
- Perché noi crediamo nella costruzione di una cittadinanza mediterranea che respinge il monologo culturale a favore del pluralismo culturale.

Organizziamo nel corso dell'anno convegni, dibattiti, seminari con lo scopo di fare incontrare persone disposte a confrontarsi sui temi proposti dal comitato scientifico della nostra associazione. 
Creiamo eventi e spettacoli artistici, musicali e teatrali per far conoscere l'arte e la cultura mediterranea. 

Inoltre, con la collaborazione dei nostri relatori, diffondiamo gli esiti e le esperienze dei nostri incontri, nelle scuole superiori locali di Rimini e Riccione, contribuendo a divulgare i principi dell' intercultura, della cittadinanza attiva e la storia del Mediterraneo. 

* un codice culturale è un insieme di regole, valori, norme e memorie condivise. 
E' l'appartenenza ad un patrimonio simbolico comune. 

La nostra Vision : 

La promozione dei valori espressi nella nostra Mission consentirà di preparare il mondo alla progettazione della Pace e alla diffusione dei Diritti Umani. In questo modo facilitando l'incontro e la propensione al dialogo di parti in conflitto che non si vogliono parlare noi vogliamo costituire l'opportunità di una spazio di mediazione con l'obiettivo di raggiungere la concordia. La pace permette lo sviluppo della persona umana e la sua piena realizzazione. Evitare i conflitti significa meno guerra, meno distruzioni, meno morti e feriti. Meno persone in difficoltà e bisognose. Costruire la pace per il "bene comune" permette di vivere in un luogo dove le persone possono progettarsi. 
Massimo Magnani
Incontri del Mediterraneo