mercoledì 18 gennaio 2017

LE GRANDI MIGRAZIONI

Giasone e gli Argonauti
Da sempre, la storia dell'umanità è storia di migrazioni, fin dai tempi remotissimi della prima comparsa dell'uomo sulla terra.
"... La migrazione più recente è la nostra, quella delle popolazioni di 'Homo sapiens' che fuoriuscirono dall'Africa in più ondate a partire da 130.000 anni fa e attraversarono quello che allora era il mare Mediterraneo, un'area acquitrinosa e paludosa.
Molto tempo prima, intorno a 800-650 mila anni fa, 'Homo heidelbergensis' si diffonde in Europa e Asia: sono gli antenati di 'Neandertal'... Di questa migrazione, ma sarebbe più corretto dire 'espansione di areale', poco è dato sapere. Quando una specie va ad occupare un territorio vasto quanto l'Africa e l'Eurasia, le enormi distanze separano le popolazioni, che non si mescolano più fra loro e tendono a differenziarsi in varietà regionali - Ieri come oggi (!) - e, a volte, in specie nuove. È così che nascono le specie ed è così che si è formato l'albero cespuglioso dell'evoluzione umana!
Queste molteplici espansioni fuori dell'Africa, fecero si che i fuoriusciti più recenti incontrassero i discendenti di chi era uscito prima. Insomma, è una storia di spostamenti geografici.
Siamo migranti da due milioni di anni, e sempre a partire dall'Africa (!) - Forse a qualcuno potrebbe spiacere venirlo a scoprire! -."
(Telmo Pievani: "Sulle tracce degli antenati - L'avventurosa storia dell'umanità - Editoriale Scienza)
- Telmo Pievani è uno dei massimi conoscitori dell'evoluzione e delle sue sfumature antropologiche e sociali, comprese le grandi migrazioni che nelle varie ere hanno portato l' Homo primitivo dall'Africa all'Europa, all'Asia e alle Americhe. -