lunedì 5 ottobre 2015

NAVIGARE IL MEDITERRANEO (2° PARTE)


di Gianni Fabbri

"Navigare necesse est, vivere non est necesse!"

DALMACJA... Ancora e sempre Dalmacja.
Per scoprire lo "scrigno di perle" che risponde al nome Dalmacja, bisogna attraversare... l'Adriatico mare: fare rotta verso l'altra sponda.
Il mare Adriatico: un appendice del Mediterraneo? Assolutamente No!
E' un mare a tutti gli effetti, con una sua "personalità" e, soprattutto una sua Storia... Tanta Storia!
Sembra un piccolo mare interno, ma in effetti bagna sei Paesi: Italia, Slovenia, Croazia, Bosnia Erzegovina, Montenegro e Albania.
E' lungo 800 Km circa e largo mediamente 150 Km. Un mare 'stretto', come è già stato scritto. Ha una profondità che non supera i 300 metri nella parte settentrionale, con una fossa di 1.222 metri più a Sud, nel tratto tra Bari e le Bocche di Cattaro sulla costa dalmata.
Il mare, che si chiamava "Golfo di Venezia" ai tempi della Serenissima Repubblica, era il più importante e conosciuto del Mediterraneo.