sabato 26 luglio 2014

Acqua arma da guerra



Gaza, Iraq, Siria. Quando l’acqua è usata come uno strumento di guerra

Nella Striscia, Israele ha colpito una stazione di drenaggio e l'impianto fognario: l'invasione di terra complica ulteriormente le cose. Ora "ci sono persone che incominciano a bere l'acqua salata" racconta padre Jorge Hernandez, parroco nella città palestinese. La lotta per il controllo dell'oro blu infiamma altri due fronti caldi: quello iracheno e quello siriano. Ad Aleppo alcuni "hanno cominciato a bere dalle pozzanghere in strada"

“Nella mia area non abbiamo acqua da quattro giorni, e anche quando cerchi di chiamare l’autocisterna per una consegna, non vengono, perché nessuno vuole guidare, i caccia israelianili colpirebbero. Qui il 90% di quella che c’è non può esser usata per bere né cucinare. Tanto più che non abbiamo elettricità se non per due ore al giorno: come potrebbero funzionare le pompe senza corrente?”. È lo spaccato di vita raccontato a ilfattoquotidiano.it da Yousef, giovane gazawi che lavora per l’International Solidarity Movement, residente a Gaza dove l’acqua, come in altri teatri di conflitto in Medio Oriente - dall’Iraq alla Siria - è usata come strumento di guerra. 
leggi tutto l'articolo su :