giovedì 12 dicembre 2013

La nuova Costituzione egiziana: un po’ più laica, un po’ meno democratica



Più poteri ai militari e una norma che impedisce ai partiti religiosi di presentarsi alle elezioni. La nuova Costituzione egiziana cerca di trovare un equilibrio tra i diversi poteri dello stato, attribuendo un ruolo istituzionale all’esercito e stabilendo la definitiva esclusione dei Fratelli musulmani dalla vita politica.
Il documento è stato approvato nei giorni scorsi, ma sarà votato dagli egiziani entro fine gennaio.
 La nuova Costituzione prevede che, entro sei mesi, il presidente ad interim, Adly Mansour, decida la data delle elezioni presidenziali e legislative. È una questione molto importante, visto che dare la precedenza all’elezione del Parlamento rispetto al voto per il presidente significa concedere altro tempo agli ambienti “laici” e “militari” per preparare la probabile candidatura del generale Al Sisi
leggi tutto : www.ispionline.it